Benvenuto in una pagina del sito mitidelmare.it
Se ti piace il modellismo navale, se vuoi vedere modelli realizzati da tanti appassionati, se vuoi qualche piccolo suggerimento costruttivo, comincia dalla home page.   Buona navigazione !

Benvenuti a bordo del modello del Normandie


Buona visita !
Le sovrastrutturre sono separate dallo scafo.
Per poterle maneggiare senza danneggiarle vengono applicate due speciali chiavi nelle ciminiere 1 e 3.
Le sovrastrutture sono collegate all'impianto elettrico del modello per mezzo di due connettori; esse contengono, infatti, vari sistemi di illuminazione e segnalazione, i motori elettrici per manovrare le bandiere, la telecamera di plancia.

Home page


Video: Crociera sul Normandie




Vai alla pagina del Normandie


Vai alle manovre del modello
Zona poppiera del Normandie in costruzione Lo scafo costruito in legno con la tecnica tradizionale delle ordinate e del fasciame, ricercando la massima leggerezza associata ad una elevata resistenza longitudinale. Ci per favorire un adeguato zavorramento e sopportare le tensioni dovute alla lunghezza ed al peso del modello.
Lo scafo stato poi rivestito con vetroresina sia internamente che esternamente.
Il fasciame, costituito nella nave vera da piastre di acciaio inchiodate, stato realizzato applicando lastre di alluminio incollate con colla a due componenti.
Prora del Normandie in costruzione
Prima prova di galleggiamento del modello del Normandie Le sovrastrutture sono realizzate con leggeri telai in legno. I ponti sono in compensato da 1 mm (rivestiti superiormente con tavolato). Le tughe sono rivestite di alluminio.
Finita la costruzione "al grezzo" il modello stato posto in acqua per verificarne le condizioni di galleggiamento iniziali. La prova ha dato risultati positivi.
Zona poppiera del Normandie Il modello stato poi accuratamente rifinito.
Esso
, infatti, pur comportandosi praticamente come una nave vera, non rinuncia a quella cura dei particolari che contraddistingue, di norma, i modelli statici.
Quando in acqua pesa 70 kg. A causa delle dimensioni e del peso viene posto in acqua prima lo scafo, poi i componenti interni (batterie, fischio, zavorra), quindi vengono sistemate le sovrastrutture.
Il Normandie pronto a salpare
Plancia di comando del Normandie da Prvia Il Normandie, nel corso della sua pur breve vita, ha subito numerose modifiche.
Non disponendo di documentazione adeguata, queste sono state individuate attraverso un attento esame delle fotografie scattate in epoche successive.
Fra le pi importanti deve essere segnalata la modifica delle alette del ponte di comando e l'installazione di un gazebo fra le ciminiere n.ro 1 e n.ro 2. 
Il Gazebo del Normandie
Salone poppiero del Normandie Fra le ciminiere n.ro 2 e n.ro 3 stato ricavato un campo da tennis di misure regolamentari (ai lati si notano le prese d'aria per il raffreddamento delle macchine elettriche).
E' stato anche aggiunto un salone di prima classe a poppa. Questo volume ha consentito di aumentare la stazza della nave per meglio confrontarsi con le concorrenti inglesi Queen Mary e Queen Elisabeth.
Campo da tennis del Normandie
Scialuppe di salvataggio del Normandie Il Normandie, pur trasportando meno di 2000 passeggeri, aveva un'ampia dotazione di scialuppe di salvataggio. D'altra parte, a met degli anni Trenta il ricordo della tragedia del Titanic era ancora assai vivo.
Aveva 13 coppie di scialuppe sovrapposte per ciascun lato, due grossi motoscafi e due lance, per un totale di 56 imbarcazioni. A queste si aggiungevano numerose zattere.
Motoscafo e lancia del Normandie

Le funzioni principali del modello
Oltre alle normali operazioni di navigazione questo modello in grado di eseguire le seguenti operazioni:

Il Normandie alza la bandiera di nave in partenza La nave in partenza: bandiera "P" a riva Il Normandie alza la bandiera di pilota a bordo Il pilota a bordo: bandiera "H" a riva Il Normandie salpa le ancore Salpa le ancore
(le ancore sono  indipendenti)
La bandiera nazionale del Normandie Bandiera nazionale a riva (si vede anche il guidone del nastro azzurro) Il Normandie impegnato nel saluto Bandiera nazionale
 in posizione di saluto
Fumo dalla ciminiera due del Normandie Caldaie in pressione (il fumo esce dalla ciminiera n. 2)
Mandata acqua fuoribordo dal Normandie Mandate fuori
bordo acqua di raffreddamento
Idranti in funzione sul Normandie Antincendio:
Idranti n. 2 e n. 3
in funzione
Fumo dalle ciminiere 1 e 2 del Normandie Caldaie in pressione (il fumo esce dalle ciminiere n. 1 e n. 2)

I componenti interni
All'interno del modello sono sistemati gli organi necessari al suo funzionamento. Qui sotto i principali:

Batterie a 12 V sul Normandie Due batterie 12 V
12 Ah alimentano l'illuminazione e i servizi di bordo
Motore centrale sul Normandie Un unico motore aziona le due eliche interne Generatore fumo ciminiera 1 del Normandie Questo il generatore di fumo della ciminiera n. 1
Batterie a 6 V sul Normandie Due batterie 6 V
12 Ah alimentano i motori di propulsione
Motori esterni sul Normandie Le eliche esterne sono mosse da due motori indipendenti Generatore fumo ciminiera 2 del Normandie Questo il generatore di fumo della ciminiera n. 2
Interruttori generali sul Normandie Quattro interruttori generali sono posti sotto la piscina Servo timone sul Normandie Questo il servo del timone Galleggiante per dimostrazione curva Williamson Due galleggianti possono essere liberati per simulare la Curva Williamson
Pompa di circolazione sul Normandie Una pompa assiale assicura la circolazione dell'acqua di raffreddamento Pompe antincendio sul Normandie Due pompe indipendenti alimentano i quattro idranti prodieri Verricelli salpa ancore sul Normandie Questi sono i verricelli salpa ancore (indipendenti)
Naturalmente, all'interno, ci sono molti altri componenti che sarebbe eccessivo segnalare in questo sito. Si possono citare il ricevitore radio, i regolatori di velocit dei motori, le macchine per la manovra delle bandiere, numerosi rel, fusibili di protezione, ecc.
A parte i componenti elettronici e i motori, tutto stato realizzato dal modellista utilizzando materiale di recupero come, ad esempio, piccoli motori e ingranaggi provenienti da vecchi apparecchi fax demoliti o, come nel caso del sistema anti incendio, utilizzando due vecchie pompe per lavavetri delle auto.
Eventuali ulteriori informazioni sono a disposizione di chi volesse farne richiesta.