Benvenuto in una pagina del sito mitidelmare.it
Se ti piace il modellismo navale, se vuoi vedere modelli realizzati da tanti appassionati, se vuoi qualche piccolo suggerimento costruttivo, comincia dalla home page.   Buona navigazione !

Piroscafo GOLFO DI TRIESTE,

un Liberty costruito per un viaggio che ha navigato trenta anni


Home page
Leggi l'articolo che racconta il naufragio

Leggi l'articolo che racconta il concorso

Visita il modello del Golfo di Trieste

Altri modelli dello stesso costruttore
Piroscafo GOLFO DI TRIESTE - Compagnia Generale di Navigazione - Armatori Marsano - Genova
Il modello in scala 1:100 di questa nave ha vinto il 1° premio alla mostra concorso organizzata dal Civico Museo Marinaro di Camogli "Gio Bono Ferrari"

Il concorso:
.... "Il Liberty", piroscafo costruito per una traversata e che ha navigato trentanni"     ....far rivivere un periodo della Storia della Marina Mercantile Italiana troppo presto dimenticato e ricordare i Marittimi che su quelle navi hanno vissuto, lavorato, sofferto.  
  ....i modelli dovranno portare il nome di un Liberty veramente esistito ed immatricolato in Italia, come pure dovranno essere riportati i colori della Società Armatrice e le eventuali modifiche apportate.
La targa d'argento con la medaglia d'oro
    Il primo premio

La ciminiera del piroscafo Golfo di Trieste Il Golfo di Trieste fu costruito nel cantiere "Permanente Metals Corporation" a Richmond/California nel 1944. Consegnato nel 1947 alla Compagnia Transoceanica La Veloce, del Gruppo A. Marsano, fu battezzato "Italo Marsano".
TIPO UNIFICATO DI PIROSCAFO DA CARICO TIPO "LIBERTY"
Nel Gennaio 1941 l'U.S. Maritime Commission, nel quadro del "War Emergency Program", commissiona la costruzione della nave tipo "Liberty" a 40 cantieri navali americani.
Entro il mese di settembre dello stesso anno vengono varate le prime 332 unità. Nel 1942, con un numero doppio di cantieri impegnati nella costruzione della nave, vengono poste in servizio 542 Liberty.
Il Golfo di Trieste sotto carico ad Abidjan Nel 1957 la nave fu ribattezzata Golfo di Trieste e, nel 1961 la nave entrò a far parte della flotta della "Compagnia Generale di Navigazione". Composta di 9300 pezzi, uniti in sezioni prefabbricate, può essere completata in un massimo di 50 giorni. Per la prima volta viene adotttata la costruzione saldata dello scafo.

Il record di costruzione di una Liberty è di 4 giorni, 15 ore e 24 minuti.
Il Golfo di Trieste scarica tronchi a Valencia
Il Golfo di Trieste, in 17 anni di attività, fu in navigazione per circa 97.000 ore, percorse circa 880.000 miglia e consumò circa 90.000 tonnellate di nafta.

Il costruttore di questo modello fu imbarcato su questa nave, con il grado di secondo Ufficiale di Macchina dal Novembre 1963 al Novembre 1964.
Vengono varate, complessivamente, 2.842 navi tipo Liberty per 29.292.000 t.p.l., così ripartite:
- Serie   EC2-S-C1            n.  2580   (tipo base)
- Serie   Z-EC2-S-C2         n.     8     (trasporto carri armati)
- Serie   Z-EC2-S-C5         n.    36    (trasporto aerei imballati)
- Serie   EC2-S-AW1         n.    24    (trasporto minerali/carbone, con macchina a poppa)
- Serie   Z-ET-S-CE           n.    62    (trasporto cisterniero)
- Liberty Hospital               n.     6     (nave ospedale con 600 posti letto)
- Liberty trasp. prigionieri    n.  113    (da 1000 a 1800 prigionieri)
- Liberty trasp. animali        n.    13    (da 700 muli)
Mare al traverso investe il Golfo di Trieste Nel 1964 la nave fu impegnata, soprattutto, nel trasporto di tronchi d'albero da Abidjan al Mediterraneo. Successivamente la nave, caricato cemento a Novorossijsk, in Mar Nero, lo trasportò a Takoradi, nel Ghana, dove imbarcò minerale di manganese per la Spagna del Nord. Questo viaggio fu l'ultimo trasporto utile della nave.
Dati nave
Lunghezza fuori tutto                        441'   6"           134,57    metri
Lunghezza fra le P.P.                       416'   0"           126,80    metri
Larghezza fuori tutto                         57'    0"            17,37    metri
Portata lorda              T.   11.048        Stazza lorda           T.     7.155
Dislocamento a p.c.    T.    14.508       Stazza netta          T.    4.362
Pescaggio medio         7'   8"              Capacità di carico   mc   14.541,608
Il Golfo di Trieste affronta mare di prua Il Golfo di Trieste caricò, in Spagna, pani di ghisa per il Giappone.
Il modellista lasciò la nave nel mese di novembre.
Un mese dopo, il 14 dicembre 1964, quando il GdT si trovava a 200 miglia da Manila, a causa di una falla provocata dal mare agitato, affondò.
Fortunatamente l'intero equipaggio fu tratto in salvo.
Capacità serbatoi nafta                  mc     1.056
Capacità serbatoi acqua dolce       mc        476
Capacità casse acqua zavorra        mc     1.107
Macchina alternativa a triplice espansione collegata direttamente al condensatore.
Potenza    2.500  C.I.   a   64   giri al minuto.
n. 2 caldaie B.&W . - Pressione di servizio 220 Lbs -Temp. del vapore  450 °F
Elica a 4 pale Zeise (dal 1952) diametro mt 5,30   -   passo  mt  5,12

Classe  Liberty  (informazioni riprese da una scheda della Associazione Modellisti DPF di Pontassieve - FI)

Durante la battaglia dell'Atlantico gli U-Boot tedeschi inflissero una grande quantità di perdite al naviglio mercantile alleato che trasportava i vitali rifornimenti dagli USA all' Inghilterra e Russia. Per sopperire alle perdite venne decisa la costruzione di navi mercantili in serie, riprendendo e migliorando un progetto inglese (Empire Liberty da 7157 tonn.).
Queste navi vennero costruite in 10 diversi cantieri degli Stati Uniti assemblando ben 250.000 componenti costruiti in 32 stati degli Usa.
La struttura, per esigenze di tempo, richiese il ricorso alla saldatura per ben 46 km di linee di saldatura ad unità. Per capire la velocità di costruzione basta sapere che il cantiere Yard di Richmond varò un Liberty dopo 4 giorni e 15 ore dall'impostazione e in altri 3 giorni la nave venne completata.
A partire dal 1942 vennero realizzate ben 2.710 unità per un totale di 29.292.000 tonn. Il maggior numero prodotto furono le "Liberty base" 2.580 unità - 24 unità furono le "Liberty EC2-S-AW1" per il trasporto del carbone, queste unità avevano l'apparato motore a poppa anziché a mezza nave - 8 unità furono le "Liberty Z-EC2-S.C2" per il trasporto dei carri armati - 36 unità "Liberty Z-EC2-S-C5" per il trasporto di aerei imballati - 62 unità "Liberty Z-ET-S-CE" navi cisterna - 6 unità "Liberty Hospital" con 600 posti letto - 113 unità "Liberty trasporto prigionieri" con una capacità di 1000 prigionieri (fino a 1800 in sovraccarico) ed infine 13 "Liberty trasporto animali" con una capacità di 700 muli.
La Liberty base aveva un dislocamento di 7.176 t su una lunghezza di 134,57 m, di 17,34 m di larghezza e di 11,38 m di altezza. Il pescaggio era di 8,36 m a pieno carico.
La propulsione era garantita da una macchina a triplice espansione per 2.500 HP che imprimeva una velocità massima di 11 nodi per una autonomia di 14.000 miglia. L'equipaggio era composto da 81 uomini.
Artiglieria alla costruzione: 1 o 2 cannoni da 76 o 127 mm e varie mitragliere antiaeree.