Benvenuto in una pagina del sito mitidelmare.it
Se ti piace il modellismo navale, se vuoi vedere modelli realizzati da tanti appassionati, se vuoi qualche piccolo suggerimento costruttivo, comincia dalla home page.   Buona navigazione !

Destriero

II modello riproduce la nave veloce Destriero che, nel 1992, riport˛ in Italia il Nastro azzurro.

Home page
Vai alla pagina degli altri miti
Vai al sito dell'A.N.V.O.
Costruttore:   Giancarlo Perini
Periodo:1992     Scala 1:66    Lunghezza 99 cm
Questa scheda Ŕ stata preparata per gentile concessione dell' A.N.V.O.
Associazione Navimodellisti Valle Olona - Castellanza VA
L'eventuale riproduzione di immagini contenute in questa pagina deve essere preventivamente autorizzata dall'A.N.V.O.      e-mail: anvo19@outlook.it
Il Destriero, nave dello Yacht Club Costa Smeralda, nel 1992, dopo ben 59 anni, riport˛ in Italia il Nastro Azzurro, trofeo spettante alla nave pi¨ veloce del mondo nella traversata atlantica,
Compý la traversata dal Nord America all'Europa in 2 giorni, 10 ore e 34 minuti, alla media oraria di 53,09 nodi, pari a 98,3 km/h, ed il tratto Europa-Nord America alla velocitÓ di 35,7 nodi, pari a 66,152 km/h
E' stato costruito nei cantieri navali di Riva Trigoso, in provincia di Genova. Lo scafo Ŕ stato costruito interamente con una lega speciale di alluminio. Nella parte inferiore, da prua a centro nave, forma un serbatoio contenente circa 800 metri cubi di combustibile.
La lunghezza totale della nave Ŕ di 67 metri.
La propulsione Ŕ assicurata da tre idrogetti che, aperti al massimo, erogano 20 mila litri di acqua al secondo pari ad una spinta di 120 tonnellate.
Gli idrogetti sono azionati da tre turbine della General Electric Motors della potenza complessiva di 60.000 cavalli.
Questo modello Ŕ stato interamente autocostruito dal modellista.
Lo scafo Ŕ realizzato in fibra di vetro, carbonio e kevral.
Anche i tre idrogetti di propulsione sono stati costruiti dal modellista che, per il loro funzionamento, ha utilizzato tre motori elettrici tipo "Turbo 600 BB".
Un servo comando aziona i timoni di direzione. Un secondo servo-comando aziona l'inversione di flusso necessaria per invertire la marcia. Un terzo servo-comando aziona il motore dell'idrogetto centrale ed un regolatore di velocitÓ comanda i motori degli idrogetti laterali.