Benvenuto in una pagina del sito mitidelmare.it
Se ti piace il modellismo navale, se vuoi vedere modelli realizzati da tanti appassionati, se
vuoi qualche piccolo suggerimento costruttivo, comincia dalla home page. Buona navigazione!
Costruzione
di un leudo


Home page
Vai alla pagina degli altri miti
Vai al sito dell'A.N.V.O.

contatta
l'autore del sito

Costruzione: Ugo Tosi
Questa scheda è stata preparata per gentile concessione dell'A.N.V.O.
Associazione Navimodellisti Valle Olona - Castellanza
L'eventuale riproduzione di immagini contenute in questa pagina deve esssere preventivamente autorizzata dall'A.N.V.O.  -  e-mail: anvo19@outlook.it
Ugo Tosi è un bravissimo modellista che ha realizzato numerose opere, alcune delle quali sono presentate in questo sito ed in quello dell'A.N.V.O.
Una lavoro molto interessante è il "cantiere di costruzione di un leudo".
Questo "cantiere" viene presentato protetto da una bacheca e mostra la barca, in avanzato stato di costruzione, con attorno le attrezzature di cantiere.

In questa pagina vengono indicate le principali fasi della costruzione perché  possono essere utili a molti modellisti, sia che vogliano costruire un leudo sia che vogliano fare altre imbarcazioni con caratteristiche simili.


<<a sinistra il taglio delle ordinate                    a destra ordinate già ritagliate>>
In questa foto di vede la chiglia, con i dritti di prora e di poppa.
Sulla chiglia sono stati realizzati gli incastri per le ordinate, due delle quali sono già in posizione.

La struttura composta dall'insieme chiglia/dritti/ordinate costituisce lo "scheletro" dell'imbarcazione.

Grande attenzione va posta nel montaggio dei vari componenti.

Errori o imprecisioni possono provocare disallineamenti che, alla fine, pregiudicherebbero l'intero lavoro con il risultato di ritrovarci con una barca tutta storta.
Per assemblare le varie parti si utilizzano, naturalmente, colla, chiodini e pinzette.
In questo caso la costruzione avviene esattamente come nella realtà, ovvero partendo dalla chiglia, a salire fino ai bagli.
Molti modellisti però, per assicurarsi il perfetto allineamento, montano il modello capovolto, ovvero con la chiglia in alto. Utilizzano una tavola alla quale fissano, nella corretta posizione, tutte le ordinate che vengono poi collegate dalla chiglia e dai listelli longitudinali di rinforzo.

Questo modello, dato lo scopo per il quale è stato costruito, non è "finito" ma lascia vedere i componenti principali.
Molte parti, come il fasciame, la coperta, alcune tughe, sono solo iniziate.


Nella foto a destra si vede il cantiere come viene presentato alle mostre>>